MANUALE DI GERONTOLOGIA

MANUALE DI GERONTOLOGIA

Essere riusciti a sconfiggere un ageismo imperante, a identificare le differenze fisio-patologiche del malato anziano rispetto al malato adulto, essere riusciti a elaborare una metodologia di indagine clinica specifica, nonché una valutazione multidimensionale e avere approfondito la diversa farmaco-cinetica e le complesse interazioni farmacologiche che hanno consentito di saper gestire la difficile polifarmaco terapia, sono tutti meriti indiscutibili che hanno concretamente contribuito a dare anni alla vita di moltissimi anziani.
I nostri ambulatori, i reparti ospedalieri e le cliniche convenzionate, sono nella maggioranza dei casi, frequentati da pazienti con invecchiamento usuale in atto. Cronicità multiple, disabilità di varia gravità, polifarmaco terapie, sono le loro caratteristiche salienti. Per realizzare concretamente l’obbiettivo di “dare vita agli anni” occorre spostare la nostra attenzione dal malato anziano, all’anziano nella sua complessità psico-fisica e dunque al processo di invecchiamento. Questo precede, accompagna e complica tutte le malattie età-relate. Bisogna studiarlo, stadiarlo ed eventualmente curarlo in tutte le fase della sua evoluzione, specie quando accelerato o patologico. Gerontologi, psicologi, biologi, farmacologi, nutrizionisti, genetisti si impegnano strenuamente per decifrarlo nelle sue molteplici e variegate componenti.
Lo scopo del manuale, pur nei suoi inevitabili limiti per una materia così complessa, si propone di diffondere a tutta la classe medica, specialistica o meno, i concetti base che consentono di comprendere e seguire l’evoluzione scientifica. Spero di essere riuscito a destare interesse verso la gerontologia, scienza fascinosa ed ancora indecifrata, anche di pochi colleghi.
Domenico Gambatesa

Specifiche

Lun-Ven
9.30-18.30